Web magazine d'informazione

WISTYLE is powered by:

Wi‐Next è tra i più innovativi Vendor Wi‐Fi italiani. Nata nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino,Wi‐Next produce e commercializza apparati Wi‐Fi per applicazioni SMB ed Enterprise.
L'innovativo Wi-Fi 100% made in Italy di Wi-Next è stato premiato al Red Herring Top 100 Europe Award 2013 ad Amsterdam il 10 aprile scorso. Wi-Next è tra le 15 realtà europee che hanno partecipato al RedHerring top 100 USA, a Monterey-California.



Liked

Wi-Next | Parte la campagna per il 5 x 1000 del Centro Clinico Nemo
Wi-Next sostiene la Fondazione Serena Onlus, e in particolare il Centro Clinico NEMO con il progetto “A scuola con Nemo” che ha come obiettivo l’assistenza ai bambini affetti da patologie neuromuscolari e alle loro famiglie. In occasione della raccolta del 5x1000 la Fondazione Serena Onlus, ha da qualche giorno presentato la sua campagna di sensibilizzazione per il sostegno alle attività del Centro Clinico Nemo dal nome “Dacci il 5!”.  Scegliere di destinare il 5x1000 al Centro Clinico NEMO di Fondazione Serena Onlus significa supportare un’eccellenza sanitaria ad alta specializzazione che mette al centro del proprio interesse la persona affetta da patologia neuromuscolare, prendendosene cura a 360 gradi.  Noi crediamo fortemente che iniziative come questa vadano sostenute, senza se e senza ma, per la professionalità e la serietà dei medici che quotidianamente si prodigano per il benessere fisico e mentale di quanti sono affetti da queste gravi patologie spesso incurabili. Essere in prima fila nel promuovere questa campagna è per noi di Wi-next motivo d’orgoglio e siamo certi che vogliate anche voi contribuire indicando nella donazione del 5 per mille la Fondazione Serena Onlus inserendo il codice fiscale 05042160969 e facendovi promotori tra i vostri conoscenti. Per maggiori informazioni sulle numerose attività del Centro Clinico NEMO e sulla campagna per il 5x1000 vai sul sito www.centrocliniconemo.it oppure su www.5xnoi.org.   Alta-risoluzione

Wi-Next | Parte la campagna per il 5 x 1000 del Centro Clinico Nemo

Wi-Next sostiene la Fondazione Serena Onlus, e in particolare il Centro Clinico NEMO con il progetto “A scuola con Nemo” che ha come obiettivo l’assistenza ai bambini affetti da patologie neuromuscolari e alle loro famiglie.

In occasione della raccolta del 5x1000 la Fondazione Serena Onlus, ha da qualche giorno presentato la sua campagna di sensibilizzazione per il sostegno alle attività del Centro Clinico Nemo dal nome “Dacci il 5!”.

Scegliere di destinare il 5x1000 al Centro Clinico NEMO di Fondazione Serena Onlus significa supportare un’eccellenza sanitaria ad alta specializzazione che mette al centro del proprio interesse la persona affetta da patologia neuromuscolare, prendendosene cura a 360 gradi.

Noi crediamo fortemente che iniziative come questa vadano sostenute, senza se e senza ma, per la professionalità e la serietà dei medici che quotidianamente si prodigano per il benessere fisico e mentale di quanti sono affetti da queste gravi patologie spesso incurabili.

Essere in prima fila nel promuovere questa campagna è per noi di Wi-next motivo d’orgoglio e siamo certi che vogliate anche voi contribuire indicando nella donazione del 5 per mille la Fondazione Serena Onlus inserendo il codice fiscale 05042160969 e facendovi promotori tra i vostri conoscenti.

Per maggiori informazioni sulle numerose attività del Centro Clinico NEMO e sulla campagna per il 5x1000 vai sul sito www.centrocliniconemo.it oppure su www.5xnoi.org.

Grazie a Dario, per i pazienti afflitti da diabete sarà possibile gestire la glicemia monitorandola in mobilità
Uno dei settori che di sicuro si gioverà dell’avvento delle nuove tecnologie mobili o indossabili, sarà sicuramente quello che riguarda la prevenzione e la cura della salute.
Stiamo parlando non solo dei gadget dedicati al Fitness, che puntualmente vengono presentati durante gli appuntamenti fieristici da parte dei grandi player della tecnologia. Nei campus delle grandi università sparse per il pianeta, sono molti i centri di ricerca impegnati a realizzare oggetti “smart” che possano mitigare le sofferenze dei pazienti afflitti da malattie croniche.
Il diabete, ad esempio, è una delle malattie cronico-degenerative più diffuse (circa il 5% in Italia) ed è gravato da molteplici complicanze croniche ad alto impatto sia sulla qualità della vita che sulle risorse sanitarie.
Un team di startupper israeliani, la LabStyle Innovation, sta lanciando in questi mesi un Glucometro “smart” che grazie ad un’ App dedicata, permetterà ai pazienti afflitti da questa patologia di controllare in modo integrato tutti i parametri chiave per la salute.
[[MORE]]
Dario, il nome di questo nuovo prodotto all-in-one, è un assistente personale composto da un Applicazione e da un device Hardware compatibile con i principali sistemi operativi in commercio (iOs e Android al momento). L’ hardware contiene nel suo alloggiamento un Kit monouso per effettuare il micro-prelievo di sangue, e un dongle fornito di lettore per le strisce test reattive, da collegare alla presa cuffia del vostro smartphone.
L’App dedicata analizzerà in pochi secondi la quantità di glucosio presente nel vostro sangue. I valori verranno memorizzati ed, unica nel suo genere, inviati ad un datacenter in Cloud per l’eventuale condivisione dei parametri con le strutture sanitarie. L’App oltre a fornire statistiche sull’andamento della glicemia e sulla necessità di assumere insulina, potrà consigliare quali cibi consumare nella giornata grazie ad un database sempre aggiornato, ed eventualmente allertare i vostri familiari o il medico curante in caso di situazioni a rischio.
Qui il sito dedicato per scoprire come funziona nel dettaglio Dario

#HealtCare   Alta-risoluzione

Grazie a Dario, per i pazienti afflitti da diabete sarà possibile gestire la glicemia monitorandola in mobilità

Uno dei settori che di sicuro si gioverà dell’avvento delle nuove tecnologie mobili o indossabili, sarà sicuramente quello che riguarda la prevenzione e la cura della salute.

Stiamo parlando non solo dei gadget dedicati al Fitness, che puntualmente vengono presentati durante gli appuntamenti fieristici da parte dei grandi player della tecnologia. Nei campus delle grandi università sparse per il pianeta, sono molti i centri di ricerca impegnati a realizzare oggetti “smart” che possano mitigare le sofferenze dei pazienti afflitti da malattie croniche.

Il diabete, ad esempio, è una delle malattie cronico-degenerative più diffuse (circa il 5% in Italia) ed è gravato da molteplici complicanze croniche ad alto impatto sia sulla qualità della vita che sulle risorse sanitarie.

Un team di startupper israeliani, la LabStyle Innovation, sta lanciando in questi mesi un Glucometro “smart” che grazie ad un’ App dedicata, permetterà ai pazienti afflitti da questa patologia di controllare in modo integrato tutti i parametri chiave per la salute.

Read More

Il 68 per cento dello streaming video su dispositivi mobili viene effettuato utilizzando connessioni Wi-Fi
Una recente indagine di Strategy Analytics, effettuata su un campione di 3000 mobile user di sei differenti paesi nel mondo, ha evidenziato come i possessori di smart device siano più propensi ad effettuare lo streaming video sui loro apparecchi sfruttando la connettività Wi-Fi presente in bar, ristoranti, centri commerciali, centri sportivi e altri luoghi popolari.
Per approfondire l’argomento, qui l’articolo completo apparso WbAlliance
#WiFi , #MobileUsers

Il 68 per cento dello streaming video su dispositivi mobili viene effettuato utilizzando connessioni Wi-Fi

Una recente indagine di Strategy Analytics, effettuata su un campione di 3000 mobile user di sei differenti paesi nel mondo, ha evidenziato come i possessori di smart device siano più propensi ad effettuare lo streaming video sui loro apparecchi sfruttando la connettività Wi-Fi presente in bar, ristoranti, centri commerciali, centri sportivi e altri luoghi popolari.

Per approfondire l’argomento, qui l’articolo completo apparso WbAlliance

#WiFi , #MobileUsers

Internet of Things: passato, presente e futuro
Nel 1999, Kevin Ashton dipendente di Procter & Gamble , per descrivere le interazioni tra la RFID technolgy e Internet pronunciò per la prima volta la frase “Internet of Things”.
In questi 15 anni di continue innovazioni e scoperte, tante cose sono cambiate: questa interessante infografica descrive il passato, il presente e il futuro di quella che sarà l’innovazione più importante dei prossimi anni.
#IoT, #InternetofThings, #InternetdelleCose   Alta-risoluzione

Internet of Things: passato, presente e futuro

Nel 1999, Kevin Ashton dipendente di Procter & Gamble , per descrivere le interazioni tra la RFID technolgy e Internet pronunciò per la prima volta la frase “Internet of Things”.

In questi 15 anni di continue innovazioni e scoperte, tante cose sono cambiate: questa interessante infografica descrive il passato, il presente e il futuro di quella che sarà l’innovazione più importante dei prossimi anni.

#IoT, #InternetofThings, #InternetdelleCose

Le startup (buone) gemmano startup: i frutti dell’albero di Dada
Alberto Onetti nella suo post odierno su Silicon Valley, blog del Corriere della Sera, evidenzia l’importanza dell’effetto ‘spill-over’ “che fa delle startup ingredienti fondamentali nello sviluppo e crescita di un sistema industriale. Non tanto per il contributo occupazionale che generano nell’immediato, ma in prospettiva, visto che contribuiscono a plasmare una nuova generazione di imprenditori.”
Ecco come alcuni degli uomini passati in Dada da metà degli anni novanta, hanno a loro volta avviato nuove startups o hanno saputo ricavarsi un ruolo rilevante in imprese importanti anche in ambito internazionale.

#CorrieredellaSera , #WiNext , #Dada , #StartUp

Le startup (buone) gemmano startup: i frutti dell’albero di Dada

Alberto Onetti nella suo post odierno su Silicon Valley, blog del Corriere della Sera, evidenzia l’importanza dell’effetto ‘spill-over’ “che fa delle startup ingredienti fondamentali nello sviluppo e crescita di un sistema industriale. Non tanto per il contributo occupazionale che generano nell’immediato, ma in prospettiva, visto che contribuiscono a plasmare una nuova generazione di imprenditori.”

Ecco come alcuni degli uomini passati in Dada da metà degli anni novanta, hanno a loro volta avviato nuove startups o hanno saputo ricavarsi un ruolo rilevante in imprese importanti anche in ambito internazionale.

#CorrieredellaSera , #WiNext , #Dada , #StartUp

A Brief History Of The Internet Of Things [Infographic]
L’Internet delle Cose, conosciuto a livello internazionale come Internet of Things o più brevemente come IoT, è uno degli argomenti di cui si sente parlare sempre più spesso anche da parte dei media meno legati al Information Technology.
Nelle scorse settimane vi abbiamo dato conto dello speciale IotWeek realizzato dalla redazione di Key4Biz, che ha riscosso molto interesse anche nei non addetti ai lavori.
Per coloro che volessero approfondire e conoscere meglio l’argomento IoT , pubblichiamo in questi giorni una serie di Infografiche che descrivono in maniera esaustiva, le potenzialità di quella che è considerata ormai da molti analisti come l’innovazione tecnologica che contribuirà maggiormente a stravolgere il mondo della produzione industriale. 
La 4° rivoluzione industriale è ormai alle porte?

#InternetofThings , #InternetdelleCose   Alta-risoluzione

A Brief History Of The Internet Of Things [Infographic]

L’Internet delle Cose, conosciuto a livello internazionale come Internet of Things o più brevemente come IoT, è uno degli argomenti di cui si sente parlare sempre più spesso anche da parte dei media meno legati al Information Technology.

Nelle scorse settimane vi abbiamo dato conto dello speciale IotWeek realizzato dalla redazione di Key4Biz, che ha riscosso molto interesse anche nei non addetti ai lavori.

Per coloro che volessero approfondire e conoscere meglio l’argomento IoT , pubblichiamo in questi giorni una serie di Infografiche che descrivono in maniera esaustiva, le potenzialità di quella che è considerata ormai da molti analisti come l’innovazione tecnologica che contribuirà maggiormente a stravolgere il mondo della produzione industriale. 

La 4° rivoluzione industriale è ormai alle porte?

#InternetofThings , #InternetdelleCose

Wi-Next Presents SmartNode | Industrial IoT with a Brain !

Guarda il video di presentazione di SmartNode, l’innovativo Aplliance Wi-Fi multifunzione prodotto completamente in Italia da Wi-Next, e scopri come funziona all’interno di una rete di sensori Mesh realizzata per il monitoraggio dei macchinari industriali.



#Iot , #IndustrialIoT, #InternetofThings , #Wifi, #MeshNetwork, #MadeinItaly


Wi-Next | Low Power SmartNode, la soluzione per l’Industrial IoT di Wi-Next


Wi-Next, produttore italiano di tecnologia Wi-Fi e pioniere della filosofia del Reinventing Wi-Fi, presenta oggi al mercato internazionale l’innovativo Low Power SmartNode , prodotto per applicazioni Industrial IoT.L’innovativo appliance Wi-Fi “Proudly Made in Italy”, è in grado di monitorare in tempo reale i consumi elettrici e il corretto funzionamento di macchine industriali, servendosi di una rete Wi-Fi mesh di sensori. #SmarNode   #IoT   #IndustrialIoT   #WiNext   #MadeinItaly   #ReeinventingWiFi   #WiFi   #Mesh   #M2M
  Alta-risoluzione
Wi-Next, produttore italiano di tecnologia Wi-Fi e pioniere della filosofia del Reinventing Wi-Fi, presenta oggi al mercato internazionale l’innovativo Low Power SmartNode , prodotto per applicazioni Industrial IoT.

L’innovativo appliance Wi-Fi “Proudly Made in Italy”, è in grado di monitorare in tempo reale i consumi elettrici e il corretto funzionamento di macchine industriali, servendosi di una rete Wi-Fi mesh di sensori.

#SmarNode  
#IoT  
#IndustrialIoT  
#WiNext  
#MadeinItaly  
#ReeinventingWiFi  
#WiFi  
#Mesh  
#M2M