Web magazine d'informazione

WISTYLE is powered by:

Wi‐Next è tra i più innovativi Vendor Wi‐Fi italiani. Nata nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino,Wi‐Next produce e commercializza apparati Wi‐Fi per applicazioni SMB ed Enterprise.
L'innovativo Wi-Fi 100% made in Italy di Wi-Next è stato premiato al Red Herring Top 100 Europe Award 2013 ad Amsterdam il 10 aprile scorso. Wi-Next è tra le 15 realtà europee che hanno partecipato al RedHerring top 100 USA, a Monterey-California.



Liked Posts

Wi-Next | Gateway HSG7006 HSG7012 : i Client Radius per il controllo Accessi delle reti HotSpot
Prosegue il programma di ampliamento delle soluzioni tecnologiche offerte da Wi-Next alla clientela, e oggi vi presentiamo la nuova famiglia di Gateway HSG
I nuovi Gateway HSG7006 e HSG7012 consentono di realizzare reti HotSpot per l’accesso pubblico interfacciate con sistemi Radius remoti.
Questa linea di prodotti è facilmente integrabile con qualsiasi soluzione che utilizza tale sistema di autenticazione degli utenti.

Vieni a scoprire i nostri nuovi Gateway!   Alta-risoluzione

Wi-Next | Gateway HSG7006 HSG7012 : i Client Radius per il controllo Accessi delle reti HotSpot

Prosegue il programma di ampliamento delle soluzioni tecnologiche offerte da Wi-Next alla clientela, e oggi vi presentiamo la nuova famiglia di Gateway HSG

I nuovi Gateway HSG7006 e HSG7012 consentono di realizzare reti HotSpot per l’accesso pubblico interfacciate con sistemi Radius remoti.

Questa linea di prodotti è facilmente integrabile con qualsiasi soluzione che utilizza tale sistema di autenticazione degli utenti.

Vieni a scoprire i nostri nuovi Gateway!

IOT |  Real World Web Report - L’internet of Things secondo PSFK LABS 

PSFK è un seguitissimo sito che fornisce quotidianamente articoli sul mondo dell’innovazione con un taglio editoriale molto interessante. Ricercatori, creativi e opinion leader trovano fonti di ispirazione in quella che ormai è diventata a tutti gli effetti  in poco più di 10 anni una vera e propria comunità planetaria.

Piers Fawkes fondatore, CEO e caporedattore di PSFK, pubblica periodicamente interessanti approfondimenti sui fenomeni che maggiormente influenzano la rete, analizzandoli non solo dal punto di vista tecnologico, ma anche dal punto di vista culturale, dandoci una visione sugli impatti che queste innovazioni avranno nella vita quotidiana.

In questi giorni è disponibile un nuovo approfondimento dedicato all’Internet of Things, che provocatoriamente Piers Fawkes ribatezza "Real World Web" dichiarando che il termine “Internet of Things”  possa essere limitativo e fuorviante per descrivere un fenomeno così vasto e pervasivo da stravolge la vita di tutti noi.

Una analisi veramente interessante, correlata di video e link ad aziende che stanno con le loro innovazioni determinando questo cambiamento epocale: una lettura consigliatissima.



L’evoluzione continua del Wi-Fi: prossimi standard in arrivo 802.11ax e WiGig 802.11ad 
Il Wi-Fi è probabilmente una delle tecnologie più pervasive di questi ultimi anni; presente ormai nativamente in tantissimi oggetti, il Wi-Fi si è imposto in maniera dirompente come tecnologia abilitante per la connettività per la sua semplicità d’uso, l’affidabilità, la compatibilità tra standard differenti e non ultimo il basso costo.
Un’altro degli elementi che sicuramente ha influito sulla diffusione del Wi-Fi è stato sicuramente il continuo investimento in ricerca e sviluppo che ha portato questa tecnologia ad aumentare in pochissimi anni le sue prestazioni in termini di velocità e sicurezza: siamo partiti dai 54Mb/s dell’ 802.11a  per arrivare a 1.3Gbps teorici dell’ 802.11ac di prima generazione che verrà tra l’altro soppiantato nel 2015 dalla seconda generazione ancora più performante.
Guardando un po più avanti, le prossime frontiere del Wi-Fi già in fase di studio e sperimentazione,  sono… [[MORE]] gli standard 802.11ax che si prevede sarà disponibile non prima del 2019, e che porterà con se tantissime novità, non solo in termini di velocità di trasferimento dati, che supereranno i 10Gbps, ma anche un netto miglioramento in termine di densità e performance nei grandi spazi affollati tipo stadi e aeroporti.
Altro standard in via di sperimentazione è l’802.11ad, detto anche WiGig, che sfruttando la banda intorno ai 60Ghz  rivestirà, a detta della Wi-Fi Alliance, un ruolo fondamentale nelle connessioni ad altissima velocità a corto raggio.
Si pensi, che uno smartphone che incorpora un chip WiGig, potrebbe trasmettere in modalità wireless un video 4K da uno smartphone a un grande schermo connessi nella stessa stanza.
Possiamo ipotizzare con tutte queste novità all’orizzonte, che quando in futuro parleremo di Wi-Fi non faremo più rifermento ad un singolo standard, ma si parlerà di un insieme di soluzioni diverse, sempre basate sullo standard 802.11, mirate ad ottimizzare ogni tipo di utilizzo.
Qui potete leggere un approfondimento molto dettagliato sullo sviluppo e le applicazioni dei due nuovi standard di cui vi abbiamo parlato in questo post.   Alta-risoluzione

L’evoluzione continua del Wi-Fi: prossimi standard in arrivo 802.11ax e WiGig 802.11ad 

Il Wi-Fi è probabilmente una delle tecnologie più pervasive di questi ultimi anni; presente ormai nativamente in tantissimi oggetti, il Wi-Fi si è imposto in maniera dirompente come tecnologia abilitante per la connettività per la sua semplicità d’uso, l’affidabilità, la compatibilità tra standard differenti e non ultimo il basso costo.

Un’altro degli elementi che sicuramente ha influito sulla diffusione del Wi-Fi è stato sicuramente il continuo investimento in ricerca e sviluppo che ha portato questa tecnologia ad aumentare in pochissimi anni le sue prestazioni in termini di velocità e sicurezza: siamo partiti dai 54Mb/s dell’ 802.11a  per arrivare a 1.3Gbps teorici dell’ 802.11ac di prima generazione che verrà tra l’altro soppiantato nel 2015 dalla seconda generazione ancora più performante.

Guardando un po più avanti, le prossime frontiere del Wi-Fi già in fase di studio e sperimentazione,  sono…

Read More

IoT | Perchè l’avvento dell’ Internet of Things porterà benefici al mercato Retail?

In questi ultimi mesi si parla molto sui media dell’ IoT e dei benefici che l’avvento dell’Internet delle cose porterà all’economia globale: dalle Smart Cities ai Big Data, dall’automazione industriale alla vendita al dettaglio, non c’è settore di mercato che non verrà influenzato da questa rivoluzione ormai in corso. 

Iniziamo con questo articolo ad esaminare come l’avvento della IoT cambierà le nostre vite: dal tempo libero al lavoro,dallo shopping alla cura della salute, la connessione di miliardi di oggetti alla rete realizzerà nel corso dei prossimi anni un cambiamento epocale delle nostre abitudini.

Qui potete leggere un interessante articolo, che mostra… 

Read More

IoT | Che cos’è esattamente l’Internet of Things?
Questa esaustiva Infografica mostra che cos’è vuol dire Internet of Things (IoT), quali sono i campi di applicazione, le tecnologie coinvolte, i numeri in  gioco in termini economici e i risvolti sociali che l’avvento di questa rivoluzione apporterà alla nostra società.
"The Internet of Things (IoT) is like the air: It is so ubiquitous that it tends to be overlooked"  cit. from www.itbusinessedge.com   Alta-risoluzione

IoT | Che cos’è esattamente l’Internet of Things?

Questa esaustiva Infografica mostra che cos’è vuol dire Internet of Things (IoT), quali sono i campi di applicazione, le tecnologie coinvolte, i numeri in  gioco in termini economici e i risvolti sociali che l’avvento di questa rivoluzione apporterà alla nostra società.

"The Internet of Things (IoT) is like the air: It is so ubiquitous that it tends to be overlooked"  cit. from www.itbusinessedge.com

Funky Prize: il premio in memoria di Marco Zamperini
Diffondiamo volentieri l’iniziativa con il comunicato degli organizzatori del FunkyPrize :
Il concorso FunkyPrize vuole ricordare il Funky Professor Marco Zamperini, e incentivare tutti coloro – soprattutto i giovani – che desiderano proseguirne l’opera di promotore e divulgatore dell’innovazione attraverso la rete Internet, ispirandosi agli stessi valori di positività, umanità e semplicità che hanno caratterizzato le attività e gli insegnamenti di Marco.
Il vincitore del concorso si aggiudicherà un premio in denaro di 15.000 Euro.

Aiutaci a diffondere l’iniziativa in rete, sui media o presso la tua organizzazione, oppure partecipa al concorso, candidandoti direttamente per il premio, o segnalandoci un candidato meritevole! Le candidature saranno prese in considerazione entro la scadenza del 31 luglio 2014.

Funky Prize: il premio in memoria di Marco Zamperini

Diffondiamo volentieri l’iniziativa con il comunicato degli organizzatori del FunkyPrize :

Il concorso FunkyPrize vuole ricordare il Funky Professor Marco Zamperini, e incentivare tutti coloro – soprattutto i giovani – che desiderano proseguirne l’opera di promotore e divulgatore dell’innovazione attraverso la rete Internet, ispirandosi agli stessi valori di positività, umanità e semplicità che hanno caratterizzato le attività e gli insegnamenti di Marco.

Il vincitore del concorso si aggiudicherà un premio in denaro di 15.000 Euro.

Aiutaci a diffondere l’iniziativa in rete, sui media o presso la tua organizzazione, oppure partecipa al concorso, candidandoti direttamente per il premio, o segnalandoci un candidato meritevole! Le candidature saranno prese in considerazione entro la scadenza del 31 luglio 2014.

Wi-Next | Focus On ☆ La rivoluzione digitale del Retail
La crescente adozione di dispositivi mobili sempre più smart sta di fatto cambiando radicalmente il paradigma di accesso alla rete mettendo a disposizione una quantità sempre maggiore di servizi e strumenti che stanno cambiando le regole del gioco e soprattutto muteranno per sempre il rapporto tra consumatore e distribuzione. Nel retail vi è in atto una rivoluzione digitale e solo le aziende che non si faranno sorprendere e sapranno cogliere le opportunità date da queste profonde trasformazioni potranno essere leader del futuro. Infatti, la digitalizzazione dei punti vendita non è più da intendersi solo come un investimento in innovazione o, ancora peggio, come un’attività di marketing, ma come una…
[[MORE]]
trasformazione indispensabile da un lato per ottimizzare sempre di più i processi aziendali e dall’altro per costruire nuovi canali di comunicazione con il consumatore direttamente nel punto vendita. Molti sono già i casi applicativi nel Mondo, come ad esempio la catena C&A che nei flagship di Rio de Janeiro ha installato degli appendini digitali che, collegati Wi-Fi, visualizzano su un display i Like ricevuti da quel capo di abbigliamento su Facebook ( guarda il Video ), o come la catena Sainsburys in Inghilterra che consente il confronto dei propri prezzi con la concorrenza attraverso un APP direttamente nel Punto Vendita. Il Wi-Fi gioca un ruolo di primaria importanza per la digitalizzazione del punto vendita e rappresenta un’imperdibile opportunità per la creazione non solo di nuovi canali di comunicazione ma anche di nuovi modelli di business oltre che abilitare attività promozionali estremamente efficaci. Attraverso una rete Wi-Fi ad esempio è possibile riconoscere il ritorno nel PV di un cliente e accoglierlo con un messaggio promozionale, un buono sconto, un concorso o localizzare la sua posizione e inviargli un messaggio personalizzato rispetto il prodotto o la vetrina davanti a cui si trova o augurargli buon proseguimento nel momento in cui esce dal PV magari inviandogli un codice grazie al quale potrà usufruire di uno sconto nella prossima visita. La tecnologia è già disponibile, si tratta di farne un uso consapevole.
Wi-Next è da anni impegnata nello sviluppo di soluzioni innovative per la digitalizzazione dei punti vendita e offre non solo soluzioni hot spot Wi-Fi ma piattaforme complete, sviluppate con i propri partner tecnologici, per la creazione di servizi di marketing in grado di aumentare il ROI delle stesse reti Wi-Fi. 
Per approfondire l’argomento e conoscere i trend del 2014 potete consultare queste interessanti slide: 
E-COMMERCE AND THE FUTURE OF RETAIL: 2014    Alta-risoluzione

Wi-Next | Focus On ☆ La rivoluzione digitale del Retail

La crescente adozione di dispositivi mobili sempre più smart sta di fatto cambiando radicalmente il paradigma di accesso alla rete mettendo a disposizione una quantità sempre maggiore di servizi e strumenti che stanno cambiando le regole del gioco e soprattutto muteranno per sempre il rapporto tra consumatore e distribuzione.

Nel retail vi è in atto una rivoluzione digitale e solo le aziende che non si faranno sorprendere e sapranno cogliere le opportunità date da queste profonde trasformazioni potranno essere leader del futuro.

Infatti, la digitalizzazione dei punti vendita non è più da intendersi solo come un investimento in innovazione o, ancora peggio, come un’attività di marketing, ma come una…

Read More

L’incubatore di imprese del Politecnico di Torino, è il primo d’Italia.
Secondo la classifica “University business incubator index” realizzato sull’analisi dei risultati di 300 realtà accademiche nel mondo, l’incubatore d’impresa del Politecnico di Torino “I3p”, è il primo in Italia, quinto in Europa e quindicesimo nel Mondo. In questa interessante intervista il Presidente Marco Cantamessa analizza la genesi di questi ottimi risultati.
Un pezzo importante di storia di Wi-Next passa da questo importante incubatore. Infatti l’azienda torinese nasce come startup all’interno di I3p nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino. Il raggiungimento di questi risultati da parte di I3p, naturalmente ci riempie d’orgoglio. Complimenti al presidente Cantamessa ed ai sui collaboratori per il prestigioso successo.   Alta-risoluzione

L’incubatore di imprese del Politecnico di Torino, è il primo d’Italia.

Secondo la classifica “University business incubator index” realizzato sull’analisi dei risultati di 300 realtà accademiche nel mondo, l’incubatore d’impresa del Politecnico di Torino “I3p”, è il primo in Italia, quinto in Europa e quindicesimo nel Mondo. In questa interessante intervista il Presidente Marco Cantamessa analizza la genesi di questi ottimi risultati.

Un pezzo importante di storia di Wi-Next passa da questo importante incubatore. Infatti l’azienda torinese nasce come startup all’interno di I3p nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino. Il raggiungimento di questi risultati da parte di I3p, naturalmente ci riempie d’orgoglio. Complimenti al presidente Cantamessa ed ai sui collaboratori per il prestigioso successo.

Wi-Next | HSG7006 StandAlone: il gateway per realizzare reti HotSpot autonome.
Con il nuovo gateway HSG-7006 StandAlone di Wi-Next, grazie alle sue funzionalità Hot Spot e Captive Portal locale, è possibile realizzare reti Hotspot aziendali in modo autonomo, senza canoni annuali per il noleggio del servizio captive da provider esterni. La soluzione ideale per piccoli alberghi, uffici, scuole, biblioteche: vieni a scoprirlo! Wi-Next | Reinventing Wi-Fi #HotSpot #Gateway #WiFi #MadeinItaly

Wi-Next | HSG7006 StandAlone: il gateway per realizzare reti HotSpot autonome.

Con il nuovo gateway HSG-7006 StandAlone di Wi-Next, grazie alle sue funzionalità Hot Spot e Captive Portal locale, è possibile realizzare reti Hotspot aziendali in modo autonomo, senza canoni annuali per il noleggio del servizio captive da provider esterni.

La soluzione ideale per piccoli alberghi, uffici, scuole, biblioteche: vieni a scoprirlo!
Wi-Next | Reinventing Wi-Fi

#HotSpot
#Gateway
#WiFi
#MadeinItaly

Wi-Next | Wi-Next allo Smart City Weeks con Telecom Italia per le città del futuro
L’aumento demografico della popolazione mondiale vede crescere velocemente la percentuale di coloro che scelgono di vivere nelle città, basti pensare che ad oggi questa percentuale si attesta già al di sopra del 50%. Secondo una recente stima della commissione europea circa l’ 80% dell’energia viene consumata nelle città dove si concentrano i luoghi della produzione.Con queste dinamiche, è evidente che il tema dell’urbanizzazione diventerà cruciale per uno sviluppo sostenibile delle città del futuro.
Una delle strade percorse a livello globale, per affrontare queste problematiche, vede la trasformazione dei centri urbani in città intelligenti: le Smart City.
In Italia una spinta in questa direzione è arrivata dalla PA con il bando “Smart Cities and Communities” indetto dal MIUR che potrà significare un importante incentivo per lo sviluppo di questi progetti con il coinvolgendo di aziende private e soggetti pubblici.
Wi-Next, pioniere delle reti Wi-Fi Mesh e delle applicazioni IoT over WiFi, ha partecipato al bando con il raggruppamento di s[m2]art (Smart Metro Quadro: guardando la città metro per metro), che la vede coinvolta con aziende come Telecom Italia, Reply, e realtà accademiche di primo livello come il Politecnico di Torino e il Politecnico di Milano.
s[m2]art è stata selezionata dal MIUR Come uno dei vincitori del bando “Smart Cities and Communities” con un Budget di 12 milioni di euro.
Il progetto mira a creare un…[[MORE]]sistema scalabile di arredi urbani intelligenti connessi tra loro come nodi di una rete di raccolta ed elaborazione dati, che mira ad accrescere il benessere urbano dei cittadini implementando l’efficienza, l’accessibilità e le funzionalità dei servizi pubblici.
L’appuntamento è il 6 Giugno presso il Dipartimento di Architettura e design del Politecnico di Torino, al Castello del Valentino (viale Mattioli 39 – Aula 1V) con un workshop che, oltre a presentare il progetto s[m2]art, mira a identificare un pubblico rappresentativo dei cittadini per coinvolgerli, insieme alla pubblica amministrazione, nel processo di creazione delle migliori funzionalità e servizi possibili da erogare attraverso la rete di s[m2]art. I partecipanti potranno, infatti, esprimere la loro opinione su 18 possibili scenari di utilizzo ed evoluzione di s[m2]art, e un gruppo selezionato potrà affiancare i progettisti nel corso del progetto.

Per maggiori info sull’evento .   Alta-risoluzione

Wi-Next | Wi-Next allo Smart City Weeks con Telecom Italia per le città del futuro

L’aumento demografico della popolazione mondiale vede crescere velocemente la percentuale di coloro che scelgono di vivere nelle città, basti pensare che ad oggi questa percentuale si attesta già al di sopra del 50%.
Secondo una recente stima della commissione europea circa l’ 80% dell’energia viene consumata nelle città dove si concentrano i luoghi della produzione.
Con queste dinamiche, è evidente che il tema dell’urbanizzazione diventerà cruciale per uno sviluppo sostenibile delle città del futuro.

Una delle strade percorse a livello globale, per affrontare queste problematiche, vede la trasformazione dei centri urbani in città intelligenti: le Smart City.

In Italia una spinta in questa direzione è arrivata dalla PA con il bando “Smart Cities and Communities” indetto dal MIUR che potrà significare un importante incentivo per lo sviluppo di questi progetti con il coinvolgendo di aziende private e soggetti pubblici.

Wi-Next, pioniere delle reti Wi-Fi Mesh e delle applicazioni IoT over WiFi, ha partecipato al bando con il raggruppamento di s[m2]art (Smart Metro Quadro: guardando la città metro per metro), che la vede coinvolta con aziende come Telecom Italia, Reply, e realtà accademiche di primo livello come il Politecnico di Torino e il Politecnico di Milano.

s[m2]art è stata selezionata dal MIUR Come uno dei vincitori del bando “Smart Cities and Communities” con un Budget di 12 milioni di euro.

Il progetto mira a creare un…

Read More